Una mamma, il Rotavirus e altri guai

Immagine tratta dal web
Immagine tratta dal web

Quando quella mattina, ho avuto una conversazione con la mia lavatrice  (leggi qui) pensando che avrei avuto qualche giorno difficile, ero stata sin troppo ottimista.

Stanca quasi da vedere i mostri a forma di Rotavirus che mi inseguivano, sono andata in cucina con la Paperella. Nel suo biberon solo latte di riso con aggiunta di qualche cucchiaio di crema di riso per scongiurare altra pupù liquida. Evidentemente non è stato sufficiente perché dopo poco, ho visto che i suoi leggins erano macchiati, così l’ ho messa sul divano per il cambio.

Avevo quasi terminato di rivestirla da capo a piedi quando dalla sua bocca esce un getto impressionante che la inonda insieme al copridivano…

Paperella mia, questa scena è stata già vista ne “L’ Esorcista”, non aumenterà l’audience del nostro blog! Potevi proprio risparmiartela…

Per fortuna che c’è il sole e posso fare la lavatrice…Così, avrà pensato anche la mamma di Regan nel film, ne sono sicura!

Ho cambiato la piccola un’altra volta. Stamattina in un’oretta hai fatto tre cambi d’abito neanche fossi sul palco di Sanremo… Ora cerchiamo di stare meglio ché non abbiamo l’ armadio di Belen!

Stavo per andare verso la lavatrice col mio gravoso carico di panni sporchi. Ma vedo il Rospetto che scende le scale. Per te stamattina solo fette biscottate, piccoletto!

Così dopo la colazione, lui era sul divano a guardare la tv, mentre io vicino a lui stavo togliendo di nuovo il pannolino alla Paperella. All’improvviso sento un rumore cavernale che già conoscevo… Gli prendo velocemente entrambe le mani per attirarlo verso di me.

Così, inventiamo una nuova specialità circense: la svomitazzata in volo!  

Almeno abbiamo salvato il divano e questo numero sì, che farà crescere i nostri followers

Quindi in quel momento mi trovavo con la Paperella che stava con il sederino nudo, il Rospetto allagato e il pavimento sporco. Beh a dire il vero era il contrario, ma la differenza non si notava vi assicuro!

Suonano alla porta.

Tranquilli se è la Peste Bubbonica non la faccio entrare. Se invece è un rappresentante della Bofrost o del Folletto stamattina finisce che gli lancio direttamente il mucchio di panni profumati che ho lì per terra.

Invece dallo spioncino vedo un profugo in pantaloncini e maglietta. Ricurvo. Appoggiato con entrambe le mani  al cancello e la testa bassa. Non lo stavo riconoscendo… Bimbi è papà! 

Da come camminava intuivo che erano in arrivo altri guai. Infatti aveva la caviglia gonfissima, una distorsione durante un’ esercitazione…

Bene! Allora tu mettiti seduto, poggia il piede sulla sedia e mantienilo sollevato. Vado a prendere il ghiaccio spray. 

Aspetta! Prima prendo la Paperella, che era ancora con il sederino nudo, e la metto seduta sul seggiolone per evitare che scivolasse sul pavimento. Per favore, amore, fai la signorina educata non fare cacca sul seggiolone!

Rospetto mi posso fidare di te? Giura che non metti i piedi in quello schifo! No, meglio che vieni di sopra con me così ti cambio e ci portiamo su pure i panni puzzolenti.

Dopo un’ora le cose sembravano prendere la piega giusta:

La lavatrice stava lavando tutti i panni.

Il pavimento era candeggiato.

Sul divano c’era un altro telo.

Il Rospetto era pulito, profumato e giocava con i suoi animali.

La Paperella era pulita, profumata e cantava.

Il Marito...Marito! Temo che tu debba andare al Pronto Soccorso…

Così mentre lui è stato portato al Pronto Soccorso, io continuavo da sola la mia lotta contro il Rotavirus e ci sono stati altri momenti intensi in cui ho davvero creduto di soccombere.

Il marito dopo che si è fatto cinque ore di attesa in ospedale, è tornato a casa con le stampelle dicendomi di aver vinto un gesso e 25 giorni a casa…

Tranquilli! Se adesso che sono le 15 riesco a fare colazione, giuro che sopravviverò e mi prenderò cura di tutti voi!

Ma devo prima fare qualcosa che ho imparato da Lino Banfi:  “Occhio, Malocchio, prezzemolo e finocchio, Ego me battezzo contro il malocchio… :-) ( Guardate il  video su you Tube)

 

Locandina del film con Banfi e Dorelli
Locandina del film con Banfi e Dorelli
Precedente I Super Poteri delle mamme Successivo Leggere insieme: Pam-Pam l'orsetto golosone.