Il Rospetto e l’arte oratoria: ovvero chiacchiere per non dormire

ninne

Il Rospetto è nel suo lettino. Io vicino a lui. Stasera di dormire non ne vuole proprio sapere.

  • “Mamma ‘cconti  un’altra storia?”
  • “No, te ne ho già raccontate due, adesso dormi!”
  • “Mamma io non vojio dormire, vojio stare svejio tutta la notte…”

Questa frase suona quasi come una dichiarazione di guerra:

  • “Perchè?”, rispondo disarmata.
  • Petté devo lavorare, io sono una fommica!”
  • “Amore parliamone, in questa casa siamo contro il lavoro minorile. Riposa tranquillo che è molto bello anche fare la cicala!”
  • “No, io voglio essere una fommica, ho detto!”

Quando l’interlocutore ha le idee così chiare è inutile combattere:

  • “Ok allora alzati e vai a pulire il bagno che oggi mamma non ha fatto in tempo…”

Non si sa mai…magari è bravo e io accetto volentieri manodopera gratuita.

  • “Mamma? I fantammi non esistono?”

Ha cambiato discorso il paravento..

  • .”No, non esistono!”
  • “Io però l’ho visto!”
  • “L’unica che assomiglia ad un fantasma sono io, perché ho un sacco di sonno…”
  • “Mamma! Tu non sei un fantamma! Mi fai ridere!” e si fa una bella risata.

Se l’è saputa cavare! Se mi dava ragione sul fatto che assomigliassi ad un fantasma ci sarei rimasta un po’ male.

  • “Hai ragione sono solo uno straccio senza vita, dormi!”
  • “Mamma sono io la tua vita!”

Piccolo Rospetto sei diventato un maestro nell’arte dell’oratoria! Sai quali sono i punti deboli del mio cuore di mamma e sai  manovrarli a tuo favore…

Però come posso resistere?

Seguono baci, abbracci e coccoline.

Così hai raggiunto lo scopo di stare sveglio un altro po’.

Uno a zero per te, non c’è dubbio. ..

  • “Adesso dormi, per favore”
  • “No, io voglio stare svejio tutta la notteee”

Il nemico non arretra di un passo…

Poi fa un ruttone…

  • “Mamma ecco petté non dormivo, mi ero dimeticato di fare il rutto!”
  • “Oh questi sì che sono guai, allora adesso puoi dormire tranquillo!”
  • “…”
  • “….”
  • “…”

Era vero! Il rutto gli ha fatto bruciare le ultime energie… E’ svenuto!

Lo racconto a mio marito quando mi infilo nel nostro letto.

  • “Come lo capisco, sono tragedie…”

Rutta, si gira e sviene pure lui.

Il mistero degli uomini…

Homer Simpson

Precedente Leggere insieme: Pam-Pam l'orsetto golosone. Successivo Il tunnel dello spannolinamento: intorno al vasino un anno fa.

6 thoughts on “Il Rospetto e l’arte oratoria: ovvero chiacchiere per non dormire

  1. Zia Anto il said:

    Ahahahah…ma che amore il mio rospetto….e che forza di supermamma la mia amica…continua a regalarci sorrisi…siete una splendida famiglia!

    • cinqueminutipermamma il said:

      E’ il mistero degli uomini ….ahahahaha! Piacere di averti conosciuta :-) A presto!

  2. Sono una nonna, fa lo stesso?: Ieri sera per mettere a nanna i miei tre nipotini (Gabriele e Lorenzo su una cameretta e Agata sulla sua cameretta) ho posizionato la sedia al centro del disimpegno, in modo da vedere ed essere vista dai tre e farmi sentire. Il piccolo (Lorenzo) in effetti è in una posizione poco visibile da me e da lui, e mi dice: Nonna, vieni e sedere su mio letto? Ed io: No amore, altrimenti Agata non mi vede. e poi gli sussurro in n orecchio: Agata tra un po si addormenta e poi arrivo da te! In effetti alla seconda pagina de “Il piccolo principe” Agata è “andata”. Vado sul lettino di Lorenzo che in un fiat dorme anche lui. Gabriele (il maggiore, 7 anni) mi dice: Nonna voglio stare sveglio tutta la notte!!! Maa come, io sbadiglio dal terzo paragrafo e lui…vuole restar sveglio? Leggo fino alla settima pagina e poi cedo. Amore – faccio io – dai dormiamo. Domani bisogna alzarsi presto. E così ci addormentammo. E io credo un attimino prima di lui! :-)

    • cinqueminutipermamma il said:

      Ciao Marisa! Grazie per il tuo racconto, è stato divertente immaginarti a leggere la storia, tra l’altro bellissima, al centro del disimpegno per farti vedere da tutti i nipoti e non far torto a nessuno di loro. Ma quante ce ne dobbiamo inventare noi mamme e nonne per i nostri instancabili bambini? :)
      Continua così super nonna e sappi che sei in buona compagnia…anche io alcune volte mi sono addormentata prima dei miei figli 😉

I commenti sono chiusi.